Controllo e Sequestro presso Deposito - Falsa marcatura CE e Omessa Marcatura CE

Ritratto di Ing. Claudio Delaini
gdf, marcatura, mendace, ce

Sequestro presso Magazzino - Polizia Tributaria
Qui riportiamo i dati salienti che vengono scritti nei verbali che ci capita di visionare per aiutare persone che hanno sbagliato nell’importare, etichettare e documentare i prodotti.  

Di solito ci sono tre verbali:

  • verbale accesso e ispezione
  • verbale di perquisizione locale e sequestro
  • verbale di sequestro cautelativo amministrativo cautelare

Controllo contraffazione marchi e e osservanza norme che disciplinano la sicurezza dei prodotti e la tutela del consumatore poteri conferiti alla Polizia Tributaria da: 
art. 35 legge 4/29 
artt. 51 e 52 DPR 633/72
artt. 32 e 33 DPR 600/73 per effetto dell art 2 comma 4 Dlgs 68/2001
art 107 comma 6 Dlgs 206/2005

Nel verbale di perquisizione locale e sequestro:
Quando la Polizia Tributaria trova prodotti recanti il Marchio CE senza il rispetto della normativa vigente procede al sequestro contestando le seguenti violazioni:

Riproduzione del marchio “CE” contraffatto, in violazione a: 
art 470 c.p. Vendita o acquisto di cose con impronte contraffatte di una pubblica autenticazione o certificazione, 
art. 515 c.p. Frode in commercio 
art. 517 c.p. Vendita di prodotti industriali con segni mendaci

Quando la Polizia Tributaria trova prodotti senza la necessaria marcatura CE contesta le seguenti violazioni:
art 7, comma 1, legge 791/1977 ss. mm. / ii.
artt 6, 7, 9 e 11 D. Lgs 206/2005 Codice del Consumo
Il sequestro amministrativo avviene tramite l’applicazione dell ex art 13 L. 689/81
Si può opporre opposizione ai sensi dell’art 19 comma 2 della legge 698/81
Il sequestro viene effettuato ai sensi dell’articolo 354 c.p.p. costituendo corpo dei reati agli artt 470, 515 e 517 c.p. in quanto raffiguranti il marchio CE non conforme ed immagini atte ad indurre in errore l’acquirente circa la qualità del prodotto.

Menu principale