Importare prodotti chimici - documentazione

Ritratto di Ing. Claudio Delaini
Import prodotti chimic

Quando decidiamo di importare prodotti chimici dobbiamo per prima cosa chiedere al fornitore le schede dei dati di sicurezza il cui acronimo in inglese è MSDS.

Non compratele se non vi danno questo documento. Successivamente dobbiamo capire quali normative specifiche deve rispettare il prodotto. 

Effettivamente la normativa è molto varia. Facciamo alcuni esempi:

se importo detergenti ci sono delle regole specifiche date dal regolamento europeo 648/2004.

se importo prodotti chimici da usare nelle case è molto probabile che siano comprese nei prodotti da costruzione e quindi nel regolamento europeo 305/2011

 

in ogni caso la scheda di sicurezza è un documento in 16 punti dove si dice:

se il preparato è pericoloso o meno, 

se all'interno della miscela ci sono componenti pericolosi, 

come trasportare il prodotto

come comportarsi in caso di 

incendio

sversamento accidentale

primo soccorso

eccetera

 

L'importatore deve quantificare quanto importa all'anno per ogni sostanza o prodotto e verificare se sta sopra o sotto la tonnellata all'anno. Di solito si è sotto.

Detto questo deve fare una notifica all'ECHA delle sostanze importate con la relativa classificazione.

 

L'importatore ha sempre la totale responsabilità di quello che importa e delle informazioni che trasmette agli utilizzatori dei prodotti.

Deve quindi fornire istruzioni sull'uso che spesso sono nell'etichetta in italiano e una scheda di sicurezza in italiano.

 

A seconda del mercato cui ci si rivolge le informazioni minime obbligatorie da mettere in etichetta cambiano.

Nel caso in cui si intenda vendere direttamente ai consumatori prodotti chimici liquidi:

Non ingerire. Tenere lontano dai bambini. Conservare a temperatura …. 

Manipolare con guanti protettivi. Coservare sotto chiave. In caso di incedente o malessere consultare immediatamente un medico e mostrare l’etichetta o telefonare al Centro Antiveleni Tel.  

 

Rintracciabilità lotto

data scadenza:

volume in ml del prodotto

simboli dell'omino col cestino

ingredienti

quantità nicotina

 

dati azienda:

ragione sociale

indirizzo sede legale

numero telefono

mail

 

 

Ci sono dei casi particolari che possono aiutare a vendere meglio i prodotti, facciamo un esempio:

Per i contenitori inferiori a 125ml  si può omettere la X sulla scatola per questo motivo:

“Esenzioni dall'articolo 17 [(Articolo 29, paragrafo 2))]”previste dagli articoli 1.5.2.1. Etichettatura di imballaggi che non contengono una quantità superiore a 125 ml  e 1.5.2.1.1 “Le indicazioni di pericolo e i consigli di prudenza collegati alle categorie di pericolo elencate in appresso possono non figurare tra gli elementi dell'etichetta prescritti all'articolo 17” del Regolamento CLP 1272/20008

 

Menu principale