Luci Fanali Automobili - Certificazioni necessarie all'importazione, commercializzazione e vendita in Italia

Ritratto di Ing. Renato Delaini

Luci Fanali Automobili - Certificazioni necessarie all'importazione, commercializzazione e vendita in Italia
Le luci delle automobili non sono led normali che possono essere vendute come tutte le altre, ma sono disciplinate da una normativa europea particolare.
Il fabbricante presenta la domanda di omologazione allo stato membro, nessun altro lo può fare.
La normativa specifica è la direttiva europea 76/758/CE relativa alle luci d'ingombro, alle luci di posizione anteriori, alle luci di posizione posteriori, alle luci di arresto, alle luci di marcia diurna e alle luci di posizione laterali dei veicoli a motore e dei loro rimorchi
poi modificata da:
►M1 Direttiva del Consiglio 87/354/CEE, del 25 giugno 1987
►M2 Direttiva della Commissione del 1o agosto 1989 L 265 1 12.9.1989
►M3 Direttiva 97/30/CE della Commissione dell'11 giugno 1997
►M4 Direttiva 2006/96/CE del Consiglio del 20 novembre 2006 
Modificata da:
►A1 Atto di adesione della Grecia L 291 17 19.11.1979
►A2 Atto di adesione della Spagna e del Portogallo L 302 23 15.11.1985
►A3 Atto di adesione dell’Austria, della Finlandia e della Svezia C 241 21 29.8.1994 adattado dalla decisione 95/1/CE, Euratom, CECA del Consiglio) 
►A4 Atto relativo alle condizioni di adesione della Repubblica ceca, della Repubblica di Estonia, della Repubblica di Cipro, della Repubblica di Lettonia, della Repubblica di Lituania, della Repubblica di Ungheria, della Repubblica di Malta, della Repubblica di Polonia, della Repubblica di Slovenia e della Repubblica slovacca e agli adattamenti dei trattati sui quali si fonda l'Unione europea
L'allegato II parla delle prescrizioni tecniche relative alle luci di ingombro, alle luci di posizione anteriori, alle luci di posizione posteriori e alle luci di arresto.
L'allegato III parla delle prescrizioni tecniche relative alle luci di marcia diurna.
L'allegato IV parla delle prescrizioni tecniche relative alle luci di posizione laterali.
 

Simboli sulla luce
Le luci per i fanali per le automobili vanno omologate. Il simbolo di omologazione è costituito da un rettangolo al cui interno compare una lettera "e" minuscola seguita dal numero di identificazione dello stato membro cha ha omologato il prodotto.
Il marchio di omologazione deve essere messo sulla superficie luminosa della luce cosi da essere visibile anche quando accesa e montata sul veicolo.
5.2.3.1. sui dispositivi conformi alle presrizioni della presente direttiva in relazione alle luci di ingombro e alle luci di posizione anteriori, la lettera «A»;
5.2.3.2. sui dispositivi conformi alle prescrizioni della presente direttiva in relazione alle luci di ingombro e alle luci di posizione posteriori, la lettera «R»;
5.2.3.3. sui dispositivi conformi alle prescrizioni della presente direttiva in relazione alle luci di arresto, la lettera «S» seguita dal numero «1» se il dispositivo presenta un livello di intensità, dal numero «2» se il dispositivo presenta due livelli di intensità e dal numero «3» se il dispositivo è conforme alle prescrizioni specifiche per la categoria S3 delle luci di arresto;
5.2.3.4. sui dispositivi che comprendono sia una luce di posizione posteriore che una luce di arresto conformi alle prescrizioni della presente direttiva in relazione a tali luci, le lettere «R» e «S1» o «S2», a seconda dei casi, separate da un trattino orizzontale;
5.2.3.5. sui dispositivi conformi alle prescrizioni della presente direttiva in relazione alle luci di marcia diurna, le lettere «RL»;
5.2.3.6. sui dispositivi conformi alle prescrizioni della presente direttiva in relazione alle luci di posizione laterali, il simbolo «SM1» o il simbolo «SM2», a seconda della categoria delle luci;
5.2.3.7. sulle luci di posizione anteriori o posteriori, i cui angoli di visibilità sono asimmetrici rispetto all'asse di riferimento in direzione orizzontale, una freccia che indichi il lato sul quale le prescrizioni fotometriche sono soddisfatte fino a un angolo di 80° H;
5.2.3.8. sulle luci che possono essere usate come luci singole o come parte di un insieme di due luci, la lettera aggiuntiva «D» posta a destra del simbolo di cui ai punti da 5.2.3.1 a 5.2.3.4.

Menu principale