Ricambi d'auto - Certificazioni e Commerciabilità

Ritratto di Ing. Renato Delaini

Per importare i ricambi della automobili bisogna conoscere bene la normativa vigente e scegliere solo prodotti già omologati presso uno stato dell'Unione Europea.
La direttiva 70/156/CE fornisce il quadro completo della normativa vigente. Se volete importare qualcosa di particolare potete controllare all'allegato IV quali direttive specifiche vigenti ci sono.
Un altro problema importante è costituito da non rivendere prodotti che riportano false diciture e falsi marchi.

Facciamo degli esempi sulle direttive specifiche per i ricambi d'auto:

luci per nebbia posteriori 

77/538

Luci fendinebbia anteriori 

76/761

Dispositivo di illuminazione della targa del veicolo 

76/760

luci di stazionamento

 77/540

lavacristalli e tergicristalli 

78/318

parafanghi delle ruote

 78/549

vetri di sicurezza 

92/22

pneumatici 

92/23

sistema condizionamento d'aria

 2006/40

e cosi via

Ricambi auto contraffatti: la guida per riconoscerli ed evitarli
Un vademecum anticontraffazione dei ricambi auto ricorda ai consumatori il rischio dei falsi e suggerisce come evitarli
COME TUTELARSI - Cosa avrà di tanto speciale quel ricambio da costare più del doppio? E' la domanda che ci si pone prima di indirizzare l'acquisto su un ricambio low cost (probabilmente falso), acquistato sul web o attraverso canali di vendita non ufficiali, soddisfatti di aver massimizzato il risparmio in periodo di spending review. Vediamo insieme come distinguere le varie tipologie di ricambi che hanno un solo comune divisore: la sicurezza di un prodotto nuovo originale o rigenerato e revisionato.
         I ricambi originali delle Case produttrici di automobili sono prodotti dalle Case o da Produttori Terzi e commercializzati esclusivamente attraverso la rete di distribuzione della Casa con impresso il marchio della stessa.
         I ricambi originali sono gli stessi forniti di primo impianto che il fornitore di primo impianto commercializza attraverso proprie reti distributive con il marchio del Produttore Terzo.
         I ricambi equivalenti sono commercializzati da fornitori omologati al primo impianto ma che non forniscono quel ricambio specifico alla Casa auto come ricambio originale e lo producono per ampliare la propria gamma sul mercato, distribuendolo con il marchio del Produttore Terzo.
         I ricambi alternativi sono realizzati da Produttori Terzi che non sono fornitori delle Case automobilistiche, ma rispettano determinate caratteristiche produttive che li rendono adattabili ai ricambi originali e agli equivalenti. I ricambi portano impresso il marchio del Produttore ma non garantiscono la stessa qualità dei precedenti.
         I ricambi usati provengono quasi sempre dallo smontaggio di autovetture destinate alla demolizione. Il commercio di ricambi recuperati dal trattamento di veicoli fuori uso è previsto dalla legge a patto che le componenti attinenti alla sicurezza del veicolo (impianto freni, sterzo, sospensioni, trasmissione) siano prima revisionate (D.Lgs. 209/2003). Operazione di cui non sempre pare si tenga conto pur di rimettere in strada un veicolo datato con la minima spesa e i potenziali rischi che ne derivano.
         I ricambi rigenerati sono rimessi a nuovo dalle Case automobilistiche o dai Produttori fornitori attraverso linee predefinite per svolgere questo tipo di lavoro. I ricambi sono smontati, puliti, rigenerati e rimessi sul mercato solo dopo aver superato controlli di efficienza, qualità e sicurezza, a un prezzo generalmente inferiore del 30% rispetto al costo del nuovo e con la garanzia di 2 anni come per tutti i ricambi.
Il call center anticontraffazione dell'UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi) offre ai cittadini e alle imprese tutte le informazioni riguardanti le attività della Direzione Generale e il supporto in materia di proprietà industriale, al numero 06 4705 5800 dalle ore 9:00 alle ore 17:00 escluso il sabato e i giorni festivi.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
                    

Menu principale